Independent artist & Trainer - Ideazione e realizzazione di spazi d’espressione e d'estensione del pensiero bambino.|postazionedilavoro@gmail.com
Home2022-06-05T16:42:28+02:00

Questo è un gioco in cui nessuno perde, nessuno vince e tutti impariamo.
Per prima cosa facciamo un bel respirone e mettiamo in pausa il giudizio.
Poi immergiamoci nella bolla del silenzio con il mantello del neutro sulle spalle.
Da lì possiamo stare in relazione con le cose invisibili, nascoste e sottili.
Adesso possiamo manifestare le nostre differenti sensibilità con gesti e di suoni.
Esploriamo e sviluppiamo a pieno le nostre pluralità, poi ascoltiamo il fiatone che ci unisce.
Prima di salutarci condividiamo con segni, frasi e parole ciò che ci vibra dentro la pancia.
Custodiamo tutto negli scrigni del cuore e nelle scatoline dalla mente.
Oggi è un segreto, domani sarà un tesoro.

Radio Bubina

Nel 2020 ho arrancato parecchio, ho sentito troppo la mancanza delle idee dei bambini.
Inizialmente sono rimasta ai margini, osservando gli accadimenti e rilevando le difficoltà.
Ad un certo punto ho deciso di intervenire nella realtà, di inventare qualcosa di piccolo in un tempo fatto di cose grandi.
Grazie alla vicinanza di un gruppo di famiglie e di fan sfegatati ho messo sù una radio fatta da bambine e bambini.

Illustrazione e grafica a cura di Alessia Castellano

Radio Bubina

Ho un occhio verde e un occhio marrone.
Fanno parte di me: un senso di adattamento simile a quello dei Camaleonti, una notevole quantità di dubbi, un abbondante entusiasmo, una particolare capacità percettiva, un solido atteggiamento costruttivo, una interminabile curiosità.
Fanno parte del mio mondo: un gruppo di famigliole bubine che si mettono in gioco con me, una cerchia di amiche e amici di ogni dove che un giorno si ritroveranno intorno a un tavolo, un insieme di persone strepitose che stanno sempre sul pezzo, una famiglia di origine che mi rifocilla con bontà vegane.
Mi sveglio presto, cammino parecchio, spesso mi devo guardare dentro, ogni tanto mi scateno con la musica.
Sono una donna sottile che non possiede niente, eppure è ricca perchè vive dentro legami preziosi.
Come mestiere ho scelto l’arte. Come compagni di lavoro ho scelto i bambini e coloro che desiderano crescere ancora.

Maggiori informazioni alla pagina Attività e Biografia

Francesca Campigli
Torna in cima